Si dimentica troppo spesso che l’aria è la nostra prima fonte di nutrimento e la respirazione è l’atto che lo consente.

Mike Maric, primatista mondiale di apnea e ricercatore, insegna alle persone a respirare, che siano campioni olimpionici o persone comuni. Questa è la storia di come ha iniziato a farlo.

Nel 2005 Mike, al culmine del suo percorso di atleta, perde il suo migliore amico in un incidente in mare. Filippo era anche lassistente più fidato di Mike durante le sue gare di apnea e la sua scomparsa prematura gli provoca una ferita molto dolorosa, tanto da spingerlo ad abbandonare lagonismo. Mike entra in una crisi profonda.

Viaggia tra le Hawaii e le Bahamas alla ricerca di una luce, inseguendo un contatto con la natura incarnata dal suo animale guida, il delfino, simbolo del ciclo vitale di morte e rinascita.

Dallincontro con questi meravigliosi mammiferi Mike ritrova un nuovo e più profondo equilibrio. La sua formazione scientifica, unita all’esperienza di apneista, diventa stimolo per intraprendere un percorso di ricerca dellapparato respiratorio. Nel giro di pochi anni Mike mette a punto un metodo di allenamento del respiro e diventa coach di atleti olimpionici del calibro di Filippo Magnini, Federica Pellegrini, Arianna Errigo, Sara Cardin e Igor Cassina tra gli altri, contribuendo a molti dei loro successi internazionali con gli allenamenti eseguiti in Y-40, la piscina con acqua termale più profonda del mondo.

Il trauma causato da un lutto è stato occasione per affrontare un percorso di rinascita. Lapnea per Mike è la perfetta sintesi del processo vitale cui assistiamo ogni volta che compiamo un atto respiratorio. 

Stare in apnea è sicuramente la cosa più innaturale che possa esistere, ma riuscire a vivere questa dimensione ti permette di conoscere meglio una parte di te.”

Documentario di 24 minuti
(nelle sale da ottobre 2022)

Guarda il Trailer del Film