RESPIRAZIONE E NUTRIZIONE

I bisogni primari per vivere in maniera sana sono senza dubbio “respirare” e “mangiare”, ma bisogna saper respirare e sapersi alimentare.

Da qui l’importanza di conoscere i 4 fondamenti per una vita sana:

 

  1. Respirazione, tecniche di  rilassamento e/o meditazione
  2. Nutrizione
  3. Sport e attività fisica
  4. Integrazione alimentare

MENU’ DELL’ACQUA < 

Insieme all’amico Marco Bianchi “chef scienziato”di Fondazione Umberto Veronesi abbiamo studiato il Menù dell’acqua, il pasto ideale consigliato a chi, come me, pratica attività acquatica, per sapere cosa è bene mangiare prima di un’immersione, durante e dopo. Un menù pensato per rimanere leggeri, ma avere allo stesso tempo la giusta carica di energia, reintegrare i principi nutritivi necessari e soprattutto per mantenere un buon livello di idratazione che viene a mancare quando si è in acqua.

Ed è proprio per questo motivo che proponiamo il riso venere come  piatto principale perché ricco in fibre e sali minerali, accompagnato da pesce azzurro come lo sgombro fonte di Omega3 che contrastano i radicali liberi, il tutto condito con olio Evo, olive taggiasche e pomodorini secchi, dal forte potere antiossidante. Particolare attenzione all’idratazione attraverso gli estratti proposti a base di zenzero, mela, ananas, finocchio, dalle proprietà antinfiammatorie, mucolitiche, antiedemigene e digestive.

Ed infine la versione “light” del tiramisù a base di ricotta, biscotti integrali e cioccolato fondente.

Dall’esperienza sportiva dell’amico Igor Cassina, Oro Olimpico di Ginnastica Artistica, alla mia sull’Apnea, nasce il progetto “RESPIRA lo SPORT attraverso una NUTRIZIONE vincente” con lo scopo di diffondere uno stile di vita sano, insegnando le tecniche di respirazione per affrontare al meglio la vita quotidiana spesso pervasa da stress e ansia e divulgando i principi per un’ alimentazione equilibrata supportata da una corretta integrazione, a partire dai bambini fino ad arrivare all’atleta professionista.

Il progetto si sviluppa attraverso workshop, eventi, consulenza alimentare personalizzata, e possono essere proposti nelle scuole, nelle palestre e nei centri sportivi, nelle aziende al fine di ricevere le corrette informazioni su come gestire l’ansia e lo stress, oltre a come alimentarsi correttamente nella quotidianità anche quando c’è “poco tempo”.

Share This